$imgalt

Per maggiori informazioni 800 916272  o contattaci via email

Il morso del serpente

Delle centinaia di specie di serpenti esistenti in tutto il mondo, solo poche sono velenose. In Italia l'unico serpente velenoso tra quelli nativi è la vipera comune. 

Il modo migliore di proteggere te e la tua famiglia dai morsi di vipera è essere preparati. 

  • Informati sui pericoli connessi ai serpenti, per conoscere i segni della loro presenza e prendere provvedimenti per evitare di venire a contatto con loro. 
  • Proteggi la tua casa e il tuo giardino. 
  • Riconosci i sintomi e valuta trattamenti adeguati.

Morso di serpenti velenosi

Le operazioni di primo soccorso da eseguire in caso di morso da serpente variano a seconda della specie. 

Il trattamento adeguato per un morso di serpente varia a seconda che il veleno sia citotossico, emotossico o neurotossico. L'impiego del trattamento sbagliato non solo non sarà d'aiuto, ma potrebbe anche peggiorare la situazione.

  • CITOTOSSICO - Agente o processo che risulta tossico per le cellule e sopprime la funzione cellulare o causa la morte delle cellule.

  • EMOTOSSICO - Agente o processo che distrugge i globuli rossi del sangue e impedisce la coagulazione, determinando emorragie interne ed esterne.

  • NEUROTOSSICO - Agente o processo che distrugge, a volte irreparabilmente, le strutture e i tessuti del sistema nervoso.

Il veleno delle vipere è citotossico

  • In genere il morso lascia due segni di puntura nell'area della ferita. 
  • Il morso causa dolore immediato, seguito da tumefazione e dalla formazione di vesciche. 
  • Tra i sintomi causati dal morso figurano nausea e capogiri. 
  • Immobilizzare l'arto colpito, ma senza limitare il flusso di sangue.

Il veleno del mamba verde e del cobra è neurotossico

  • Generalmente due segni di puntura nell'area del morso. 
  • Gli effetti di questo morso possono essere simili a quelli di una puntura d'insetto, con gonfiore e formazione di vesciche minimi o del tutto assenti. 
  • Tra i sintomi figurano sensazione di confusione, capogiri, difficoltà a esprimersi a parole, a deglutire e a respirare. 
  • Immobilizzare l'arto e limitare il flusso sanguigno tra l'area del morso e il cuore. 
  • Praticare la rianimazione cardiopolmonare fino a quando può intervenire un medico.

Il veleno dei serpenti colubridi è emotossico

  • In alcuni casi nell'area del morso è possibile osservare segni di punture. 
  • Il morso non è in genere molto doloroso, ma nel giro di un'ora la persona colpita comincerà probabilmente a sanguinare abbondantemente sia dalla ferita del morso sia da altri eventuali graffi o ferite pre-esistenti. 
  • I sintomi provocati dal morso sono forte cefalea, nausea e vomito. 
  • È utile limitare il flusso ematico e linfatico, ma è importante non causare ematomi, che possono portare a emorragie sottocutanee. 
  • Se il veleno emesso raggiunge gli occhi della persona colpita, usare una sostanza liquida disponibile sul posto, preferibilmente neutra come l'acqua o il latte oppure qualsiasi altro liquido, per sciacquare gli occhi.

Cosa fare e cosa non fare in caso di morso da serpente

I sintomi di solito si manifestano poco dopo il morso, quindi è molto importante osservare attentamente la persona colpita. 

Se non si sono verificati sintomi entro mezz'ora dal morso, è ragionevole pensare che non si trattasse di un serpente velenoso, che il serpente non sia riuscito a iniettare il veleno oppure che si trattasse di un animale in età avanzata il cui organismo non possedeva più o quasi più veleno.

Cosa fare

  • Cerca di identificare il colore e le dimensioni del serpente, nonché la forma della testa e il metodo di attacco. 
  • Slaccia e allenta i capi di abbigliamento della persona colpita e spostala in un luogo ombreggiato. 
  • Mantieni la persona colpita calma e ferma; ogni suo movimento aumenterà infatti la velocità del flusso sanguigno, portando il sangue al cuore molto più rapidamente. 
  • Immobilizza l'arto colpito e, tuttavia, NON limitare il flusso ematico a meno che non vi sia la certezza che il morso è quello di un serpente che inietta veleno neurotossico. 
  • Pulisci e benda la ferita facendo attenzione a non applicare pressione, cosa che causerebbe un ematoma. 
  • Se necessario, pratica la rianimazione cardiopolmonare. 
  • Trasporta rapidamente la persona colpita all'ospedale più vicino.

Cosa non fare

Se possono esservi divergenze di opinione in merito a cosa occorre fare in caso di morso di serpente, il consenso su cosa non si deve fare è invece piuttosto unanime: 

  • Non consentire alla persona colpita di muoversi o agitarsi. 
  • Non praticare incisioni della pelle in prossimità del morso e non cercare di aspirare il veleno succhiandolo. 
  • La persona colpita non deve mangiare o bere, soprattutto non deve bere alcolici. 
  • Non utilizzare cristalli di potassio permanganato né una soluzione di tale sostanza chimica sulla ferita o sull'area circostante. 
  • Non utilizzare acqua insaponata attorno all'area del morso. 
  • Non lasciare bende strette sulla ferita troppo a lungo. 
  • Non lasciare da sola la persona colpita. 
  • Non applicare ghiaccio sulla ferita. 
  • Non immergere l'arto colpito in alcuna soluzione. 

Il contenuto di questa pagina ha puramente scopo informativo. Rentokil Italia non offre trattamenti contro i rettili.


Azioni

Trova la TUA filiale locale

Digita il tuo CAP

Dove Siamo


Trova la tua sede di riferimento

Centro Italia

Sud Italia

Cerca


Maggiori informazioni...

Contattaci


Chiama il numero verde

Numero verde: 800 916 272

o compila il modulo sottostante. Ti contatteremo al più presto.

myRentokil