Zanzara

Trattamenti Rentokil

Numero verde gratuito 800 916 272  o contatto mail

Puntura di Insetto

PROTEGGETE VOI E LA VOSTRA FAMIGLIA DALLE PUNTURE D’INSETTO

Gli insetti emotofagi pungono per alimentarsi di sangue. Le punture di questi insetti solitamente non sono dolorose ma il prurito provocato dalle punture è particolarmente fastidioso.

La situazione risulta decisamente fastidiosa quando si è soggetti a punture multiple o ripetute da parte degli insetti. Questo avviene solitamente con gli insetti pungenti presenti all’interno delle abitazioni, come zanzare, pulci o cimici dei letti.

Tuttavia, esistono specifici trattamenti per la vostra abitazione in grado di liberarvi da qualsiasi insetto e vi sono precauzioni base da adottare al fine di ridurre significativamente il rischio quando ci si trova all’esterno.

Insetti pungenti e la vostra salute

Nella maggior parte del mondo, gli insetti pungenti sono vettori di diverse malattie, tra le quali Malaria, Tifo, Febbre gialla, Virus del Nilo Occidentale ed Encefalite. Quando si visitano paesi tropicali, occorre pianificare una serie di vaccinazioni preventive e adottare le necessarie precauzioni al fine di evitare l’esposizione agli insetti pungenti.

Tuttavia, nel nostro paese, la trasmissione di malattie da parte degli insetti pungenti è decisamente rara.

Esiste un rischio ridotto di contrarre la malattia di Lyme dalle zecche che si trovano nell’erba incolta dove sono presenti cervi o animali d’allevamento.

Il principale rischio legato agli insetti pungenti è rappresentato dall’irritazione della pelle conseguente alla puntura. Quando gli insetti pungono, iniettano saliva al fine di garantire che il sangue affluisca senza coaugularsi. E’ la risposta immunitaria a questa saliva a provocare l’irritazione.

Sensibilità alle punture d'insetto

Gli insetti pungenti sembrano prediligere alcuni individui piuttosto che altri, al contempo gli esseri umani mostrano differenti livelli di sensibilità alle punture. Si ritiene, in via generale, che i bambini e coloro che vengono punti ripetutamente sviluppino una sensibilità maggiore.

Le punture d’insetto solitamente non necessitano di un trattamento medico. Tuttavia consigliamo di chiamare immediatamente un’ambulanza qualora la puntura d’insetto provochi il gonfiore della gola, della bocca e della lingua tali da limitare le funzioni respiratorie.

Esiste un rischio maggiore di reazione allergiche in caso di punture di insetto con pungiglione (solitamente vespe e api) rispetto agli insetti pungenti ematofagi. Inoltre, occorre chiamare l’ambulanza nel caso in cui si sospetti la presenza di pungiglione e sintomi di una reazione allergica.

Trattamento delle punture d'insetto

Il trattamento fondamentale da eseguire in caso di puntura d’insetto consiste nel pulire la ferita.

Qualora sia rimasto qualsiasi residuo di insetto nella ferita rimuovere con la massima cautela. Quindi pulire il morso d’insetto utilizzando sapone e acqua oppure con alcol.

Il gonfiore può essere ridotto subito dopo il morso coprendolo, ad esempio, con del ghiaccio all’interno di un panno (non applicare direttamente il ghiaccio sulla pelle).

Il gonfiore provocato dalla puntura d’insetto può impiegare anche un’intera settimana per scomparire completamente e il pizzicore può attenuarsi dopo alcuni giorni.

Il pizzicore e il gonfiore possono essere ridotti con l’aiuto di prodotti antistaminici per morsi e punture d’insetto. L’assunzione di antistaminici per via orale (“compresse per febbre da fieno”) può risultare utile, in particolar modo nel caso di punture multiple.

Non grattare la puntura in quanto questo potrebbe aumentare il pizzicore e la ferita potrebbe essere infettata da batteri.

Rivolgersi all’assistenza medica nei casi seguenti:

Il gonfiore e il dolore sono così intensi da impedire al paziente di muoversi o di dormire

Il gonfiore continua a peggiorare nei giorni successivi alla puntura

La ferita sembra essere infetta

Le punture ripetute come nel caso di un’infestazione di pulci possono condurre ad una reazione allergica della pelle associata a dermatite. Si consiglia di consultare un farmacista o un medico per ottenere informazioni in merito al trattamento adeguato.

Identificazione delle punture d'insetto

Nella maggior parte dei casi, risulta particolarmente difficile identificare una puntura d’insetto. Le reazioni alla puntura d’insetto possono essere talmente varie che sovente è difficile fare una diagnosi precisa.

Solitamente è più importante identificare il punto in cui si è verificata la puntura e prendere in considerazione altri indicatori al fine di identificare l’insetto e per accertarsi che l’area possa essere trattata in modo da evitare future punture d’insetto.

Insetti pungenti all'interno dell'abitazione

Può risultare particolarmente fastidioso avere un’infestazione di insetti pungenti all’interno della propria abitazione, ma non occorre tollerarli dal momento che esistono trattamenti in grado di eliminarli.

Nel nostro paese, le più comuni fonti di punture d’insetto nelle abitazioni sono:

Zanzare ed altri insetti volanti pungenti

Solitamente pungono dopo il tramonto o durante la notte

Tendono a concentrarsi in presenza di acqua stagnante

Sovente si posano sui soffitti e sulla parte superiore delle pareti

Tenere le finestre chiuse durante le ore notturne o installare delle zanzariere impedisce alle zanzare di entrare nelle vostre abitazioni.

Una volta all’interno delle abitazioni, il trattamento contro le zanzare è simile a quello degli altri insetti pungenti.

Pulci

Associate a gatti e cani così come agli animali in genere

Sovente si trovano all’interno delle abitazioni dove sono presenti animali domestici

Le pulci tendono a pungere gli essere umani quando gli animali non sono presenti

Sovente le punture si riscontrano per la maggior parte a livello delle caviglie e della parte inferiore delle gambe

Valutare interventi e trattamenti antipulci qualora si sospetti la presenza di un’infestazione di pulci all’interno della propria abitazione.

Cimici dei letti

Insetti notturni che pungono durante le ore notturne

Le punture si possono trovare su qualsiasi parte del corpo

Sulle lenzuola possono rimanere alcune tracce di sangue

Gli insetti si concentrano sul materasso e sulle aree circostanti

Consigliamo di avvalersi di un trattamento contro le cimici dei letti qualora si sospetti la presenza di un’infestazione di cimici dei letti all’interno della propria abitazione.

Nonostante queste siano le cause più comuni di punture d’insetto all’interno delle abitazione, ve ne sono tuttavia molte altre che possono essere trattate in modo efficace.

Rentokil offre un servizio di disinfestazione contro insetti pungenti ed altri insetti presenti nelle vostre abitazioni. Il nostro servizio si contraddistingue per la professionalità e offre un livello superiore di sicurezza per la vostra famiglia e per gli animali domestici.

Rivolgiti ai servizi professionali di disinfestazione Rentokil, chiama gratuitamente 800 916 272.

Insetti pungenti presenti all'esterno

Sovente risulta difficile identificare quando e dove siete stati punti, e spesso non ci si ricorda dell’insetto che ci ha punti. Una volta punti, la prima cosa da fare consiste nell’evitare che questo si ripeta di nuovo.

Per evitare di essere punti quando ci si trova in ambienti esterni, adottare le precauzioni seguenti:

Evitare di indossare colori troppo appariscenti e fragranze intense come profumi e deodoranti in quanto suscettibili di attirare gli insetti

Indossare maglie a maniche lunghe, pantaloni, scarpe e cappelli al fine di ridurre al minimo l’esposizione della pelle

Utilizzare spray repellenti per insetti sulla pelle esposta

Utilizzare prodotti repellenti per insetti o candele repellenti quando si staziona all’aperto

Evitare di lasciare esposte bevande dolci o cibo

Evitare aree ove è presente acqua ferma o stagnante

Evitare di camminare in aree dove l’erba è incolta o sono presenti diversi cespugli

Infilare il bordo dei pantaloni all’interno delle calze quando si cammina attraverso cespugli ed erba incolta

Queste precauzioni assumono una particolare importanza nelle ore dopo il tramonto e durante le ore notturne quando la maggior parte degli insetti pungenti sono più attivi.