Il tarlo o coleottero xilofago

Il tarlo può attaccare costosi oggetti d'antiquariato e perfino elementi strutturali di un edificio. I parassiti del legno sono riusciti a sviluppare una sorprendente varietà di forme di vita e possono persino vivere comodamente nel legno completamente secco.

Tarlo comune dei mobili

(Anobium punctatum)

Tanti danni causati dai coleotteri xilofagi nel legno tenero in uso in Italia sono attribuibili al tarlo comune dei mobili. Il suo habitat naturale sono i rami spezzati degli alberi e le aree in cui la corteccia dell'albero è stata rimossa.

Tarlo comune dei mobili

Aspetto

L'insetto adulto misura 3-4 mm di lunghezza.

Ciclo vitale

La larva vive per 3 - 5 anni scavando nel legno prima di uscire per riprodursi.

Abitudini

  • Volano quando il clima è caldo e soleggiato.
  • All'interno di case e altri edifici il tarlo comune dei mobili è un parassita estremamente comune.
  • Nonostante il nome, questo coleottero può invadere più di semplici mobili.
  • Le infestazioni possono danneggiare strutture ornamentali in legno, strumenti musicali, strumenti in legno e, su più ampia scala, pavimenti in legno, falegnameria e legni strutturali.
  • Questi coleotteri xilofagi consumano legnami duri e teneri.

Capricorno delle case

(Hylotrupes bajulus)

Capricorno delle case

Aspetto

  • L'insetto adulto misura 8-25mm di lunghezza.
  • Color nero/ marrone con peli grigiastri e 2 macchie nere sul torace che assomigliano a occhi.

Ciclo vitale

  • Le larve scavano tra i 3 e gli 11 anni prima di emergere.

Abitudini

  • I fori di uscita misurano 3-7 mm.
  • Infesta legni teneri stagionati e parzialmente stagionati; pino, abete rosso e abete bianco sono i più suscettibili.
  • Spesso sono le travi utilizzate nel sottotetto a essere infestate.
  • I danni possono essere spesso gravi nelle travi attorno al camino. Le larve producono grandi quantità di segatura contenente escrementi cilindrici. A volte queste sono identificabili dall'aspetto a "bolle" sulla superficie del legno.
  • I capricorni delle case volano liberamente quando il clima è caldo e soleggiato, il che permette loro di diffondere le infestazioni da un edificio all'altro.

Ictide comune

(Lyctus brunneus)

L'ictide comune infesta legno duro come eucalipto, quercia, frassino, olmo, noce, platano, castagno dolce e mogano africano. Questo coleottero attacca i legni duri a larghi pori dove la femmina riesce a deporre le uova.

Ictide comune

Aspetto

  • Coleottero adulto 4-7 mm di lunghezza.
  • Di colore rosso/marrone.

Ciclo vitale

  • I coleotteri adulti compaiono di solito durante i mesi estivi, ma in locali riscaldati si possono trovare anche tutto l'anno.
  • Le larve riducono progressivamente il legname infestato, lasciando solo un sottile strato di legno sulla superficie.

Abitudini

  • Gli adulti emergenti formano aperture delle dimensioni di uno spillo, 1-2 mm, spesso chiamati "tarlature".
  • L'intero ciclo vitale viene completato in circa un anno.
  • Sono la principale causa di infestazione dei depositi di legname.
  • Col tempo, il legno viene ridotto ad una massa di polvere fine che si sbriciola al tatto.

Dinoderus minutus

(Dinoderus minutus)

Aspetto

  • Di colore castano scuro, forma convessa, quasi cilindrica, da 2 a 3,7 mm di lunghezza.
  • Le antenne si allargano verso l'estremità; gli ultimi 3 segmenti sono molto più grossi e formano una mazza ben definita.
  • La testa è incassata nel torace convesso, pronoto scolpito e due fossette nella parte posteriore dei torace.
  • Elitre scolpite e ricoperte di peli.

Ciclo vitale

  • La femmina depone 27–35 uova in un sostrato nutriente; una volta schiuse, le larve cominciano a scavare gallerie nella pianta.
  • La larva completa 4 fasi e alla fine si impupa all'interno della pianta.
  • Il ciclo di vita dura appena 60 giorni se le condizioni sono favorevoli (35 °C, 75% di umidità relativa). Vengono prodotte più generazioni all'anno.

Abitudini

  • La larva si nutre di canna di bambù ma non disdegna neanche le radici di cassava (pianta della manioca).
  • Scava passaggi cilindrici tra le fibre della pianta e fuoriesce lasciando un foro perfettamente tondo.
  • Le specie asiatiche raggiungono l'Europa con le importazioni di tapioca via mare, pallet di imballaggio e strumenti musicali.

Ernobius Mollis

(Ernobius Mollis)

Aspetto

  • Adulti- lunghezza da 3 a 6 mm. Colore rosso o marrone con peli gialli sul corpo.

Ciclo vitale

  • La femmina depone 20-30 uova nelle fenditure della corteccia; le larve compariranno dopo due o tre settimane.
  • Lo stadio di pupa dura una o due settimane e avviene in primavera o all’inizio dell’estate.
  • Gli adulti compaiono tra maggio e agosto.

Abitudini

  • Questo insetto infesta il legname tenero privato della corteccia e in genere non crea danni strutturali. Colpisce soprattutto pergolati, opere rustiche, imposte e capannoni per gli attrezzi.

Euophryum

(Euophryum sp)

Aspetto

  • Adulto: 2,5-5 mm.
  • Questa specie di tonchio è di colore variabile dal ruggine al nero. Ha un lungo rostro, corpo cilindrico e zampe corte.
  • Le larve sono bianco crema, di forma curva, rugose e prive di zampe.

Ciclo vitale

  • Le uova vengono deposte singolarmente in appositi fori. Sono lucide, bianche, flessibili e appiattite da una parte. Si schiudono dopo 16 giorni.
  • Le larve scavano gallerie nel legno per 6 mesi-1 anno, quindi si impupano vicino alla superficie e completano questo stadio dopo 2-3 settimane.
  • L'adulto compare in estate lasciando caratteristici fori di uscita. Può vivere fino a 1 anno.

Abitudini

  • Questi insetti attaccano il legno umido e già infestato dai funghi. L'infestazione però può estendersi anche al legno sano posto nelle vicinanze.

Orologio della morte

(Anobium punctatum)
Tarlo comune dei mobili

Aspetto

  • Adulto da 5 a 7 mm; larva 10 mm.
  • Questi coleotteri sono di colore nero o bruno, ricoperti di peluria giallastra sulla parte superiore del corpo e sulle ali. Le larve sono bianco crema, curviformi ricoperte di peli dorati eretti e dotate di mandibole marrone scure.

Ciclo vitale

  • Dopo l’accoppiamento, la femmina depone 3-4 uova raggruppate insieme all’interno di porosità presenti sulla superficie del legno. In tutta la vita depone da 40 a 60 uova. Le uova si schiudono in un periodo compreso tra due e cinque settimane.
  • La larva si impupa appena sotto la superficie del legno. L’adulto sfarfalla tra marzo e giugno scavando una galleria che gli consente di raggiungere la superficie e lasciando i caratteristici fori di uscita.

Abitudini

  • Nel suo ambiente naturale l’insetto vive all’interno del legno duro di alberi morti e già attaccati da funghi.
  • All’interno degli edifici, invece, si trova quasi esclusivamente su vecchi manufatti in legno duro, in particolar modo legno di rovere.
  • Le larve sono estremamente dannose perché scavano gallerie nel legno per un periodo che va dai 5 ai 10 anni.

Scarabeo blu metallizzato

(Korynetes caeruleus)

Aspetto

  • Adulti- lunghezza di 4mm. Colorazione blu lucente.

Ciclo vitale

  • Le uova vengono deposte sulla superficie del legno oppure all’interno di fori di uscita.
  • Le larve vivono all’interno del legno infestato da insetti xilolfagi dei quali predano le larve.
  • Adulti: Subito dopo lo farfallamento, si accoppia, depone le uova, quindi muore.

Abitudini

  • Questi insetti sono predatori del tarlo comune e dell’orologio della morte- pertanto la loro presenza indica una massiccia infestazione di questi xilofagi.
  • E’ difficile notare le larve, le quali si nutrono delle larve degli infestanti del legno all’interno delle loro stesse gallerie. Questo infestante non danneggia il legno.

Tarlo dei pontili

(Nacerdes malamura)

Aspetto

  • 7–14 mm.
  • Di color ruggine e punte delle elitre nere.
  • 3 scanalature lungo le elitre.

Ciclo vitale

  • Le uova vengono deposte sul legno umido in decomposizione.
  • Le larve vivono e scavano gallerie nel legno per circa 9 mesi ed emergono in estate.

Abitudini

  • Le larve sopravvivono solo nel legno costantemente umido e attaccato dai funghi.
  • All'interno delle abitazioni, questi insetti possono infestare sia le travi strutturali, causando infiltrazioni di pioggia e di umidità, sia il legname utilizzato per le fondamenta, sia quello impiegato per le pavimentazioni esterne e le recinzioni.