Per maggiori informazioni 800 916272  o contattaci via email

Specie di bruchi della processionaria

Esistono due specie di bruchi della processionaria: del pino e della quercia. In Italia è più diffusa la specie che attacca il pino.

Processionaria del pino

(Thaumetopoea pityocampa)

Aspetto

  • Gli adulti (le farfalle) sono di colore grigio con motivi neri e macchie biancastre. Sono insetti notturni.
  • Le larve sono di colore marrone con macchie arancione e sono ricoperte di peli estremamente urticanti.

Ciclo vitale

  • A partire dalla metà di giugno e verso sera, i bruchi della processionaria emergono dal terreno trasformandosi in farfalle.
  • I maschi e le femmine si accoppiano e i maschi muoiono uno o due giorni dopo.
  • Le femmine gravide dispongono le uova a file parallele, in gruppi contenenti da 70 a 300 uova, che formano un manicotto di colore grigio argento, rivestito da squame, attorno ai rami di pino di 2-5 millimetri di lunghezza o sugli stessi aghi della conifera. Dopo aver deposto le uova, anche le femmine muoiono.
  • Le uova si schiudono dopo 4 settimane e danno origine alle larve, che si trasformeranno in bruchi.
  • Durante la crescita, i bruchi cambiano colore e si ricoprono progressivamente di peli urticanti (fino a 1 milione).

Abitudini

  • Le larve dei bruchi della processionaria si nutrono di foglie e rametti dei pino, e possono portare alla defogliazione dell'albero ospitante.
  • Tra febbraio e fine maggio la processione dei bruchi, guidata da una femmina, discende lungo l'albero e si interra a pochi centimetri di profondità (da 5 a 20 cm), in una posizione soleggiata.
  • La processione di bruchi può essere più lunga di 40 metri.

Processionaria della quercia

(Thaumatopoea processionea)

Aspetto

  • La processionaria della quercia è una farfalla dal colore grigio piuttosto caratteristico, attiva fra la metà di giugno e l'inizio di settembre. Ha un'apertura alare di 25-30 millimetri.
  • I bruchi della processionaria della quercia sono riconoscibili dall'ampia striscia scura che presentano sul dorso e dai ciuffi di peli vellutati.

Ciclo vitale

  • Le uova della processionaria della quercia (da 100 a 200) trascorrono l'inverno in un ammasso deposto sul tronco dell'albero. Sono bianche e lunghe circa 1 millimetro.
  • Nei mesi di aprile e maggio, i bruchi della processionaria della quercia si mettono in cammino, in una lunga processione, e ritornano a interrarsi.
  • Da giugno a inizio luglio le larve si trasformano in crisalidi, stato in cui rimangono sino all'inizio di agosto quando emergono come farfalle adulte.

Abitudini

  • I bruchi della processionaria della quercia vivono in grandi colonie e attraversano 6 stadi diversi. A partire dal terzo stadio si ricoprono di peli urticanti, che possono risultare tossici e provocare reazioni dermatologiche allergiche negli esseri umani e animali.

Contatta Rentokil

Trova la TUA filiale locale

Digita il tuo CAP